ARCIGAY RIMINI CONTRO FORZA NUOVA, CASO APRIPISTA IN ITALIA. IL COMUNE DI CESENA SI SCHIERA CON ARCIGAY

Risalgono al settembre 2016 i fatti omofobici avvenuti a Cesena, in occasione della prima unione civile della città. Forza nuova tappezzò il centro storico con manifesti funebri in cui annunciava “la morte della civiltà”, un gesto lugubre e minaccioso non solo nei confronti di Marco e Manuel, i due protagonisti della cerimonia, ma anche di tutte le altre persone LGBT italiane vista la risonanza della notizia.

Per queste ragioni Arcigay Rimini-Forlì-Cesena ha presentato un esposto contro FN che è stato accolto dalla Procura di Forlì. Il prossimo 7 novembre presso il tribunale di Forlì ci sarà la prima udienza in cui non solo Arcigay si costituirà parte civile (assistita dagli avvocati Christian Guidi e Andrea Cappelli del Foro di Rimini) ma anche il comune di Cesena. Il Comune perciò si allea con Arcigay nella sua battaglia di civiltà.

In Italia non esiste una legge contro l’omofobia che sanzioni questi comportamenti, i quali vanno ben oltre la critica politica perché mettono nel mirino due persone innocenti per minacciare un’intera collettività di persone. Mentre attendiamo che alle prossime elezioni i partiti inseriscano nel loro programma l’impegno ad approvare questa legge, il caso che si inizierà a discutere tra pochi giorni diventa un importantissimo caso pilota a livello nazionale.

Che ci sia una legge antidiscriminazioni come la Reale-Mancino che però è inefficace nei confronti della discriminazione omo-transfobica è infatti un paradosso inaccettabile, è una discriminazione nella discriminazione, una discriminazione al quadrato. Un’assurdità anche giuridica visto che la Corte europea dei diritti dell’uomo ha esplicitamente equiparato razzismo e omofobia.

Ci auguriamo che grazie a questo processo sarà possibile fare un passo per sanare il paradosso per cui in Italia, il Paese più omofobico d’Europa, non esistono leggi che proteggano le persone LGBT dalle infamie e minacce che ricevono ogni giorno e che non denunciano proprio per l’inefficacia sanzionatoria del nostro sistema giuridico e legale.

Marco Tonti
Presidente Arcigay Rimini-Forlì-Cesena

Denuncia di omo-transfobia, le conseguenze sull’immagine di Rimini

In questi giorni ha avuto molto risalto la denuncia da parte di Vittoria, donna transessuale, di essere stata allontanata da un noto ristorante di Rimini a causa del suo aspetto. Vittoria, sentendosi violata nella propria dignità, ha giustamente denunciato la cosa e la giustizia farà il suo corso accertando fatti e responsabilità.
 
Indipendentemente da come andranno le cose con la giustizia è però importante trarre una lezione generale da questo triste episodio. Rimini certamente ha una storia di accoglienza e di libertà, eppure gli episodi di omo-transfobia negli ultimi anni non sono stati pochi. Visto che Rimini è costantemente sotto ai riflettori gli echi di questi episodi hanno avuto spesso risonanza nazionale e hanno intaccato l’immagine di rispetto che ci siamo costruiti negli anni danneggiando anche il nostro appeal turistico nei confronti delle persone lesbiche, gay, bisessuali e transessuali (LGBT) e dei loro amici. Tranne rari casi, le uniche voci di condanna sono state quelle dell’Amministrazione, di alcune associazioni e delle persone che partecipavano alle manifestazioni indette da Arcigay.
 
Se vogliamo riconquistarci la credibilità turistica LGBT & friendly non è più sufficiente appellarsi a una generica “storica” accoglienza, ma è necessario rilanciare. Tutto il tessuto commerciale e turistico deve impegnarsi in una riqualificazione specifica ed esplicita sulle tematiche dell’accoglienza LGBT. È oggi necessario conoscere le attese e le necessità specifiche delle persone LGBT, delle loro famiglie e dei loro figli, imparare le parole giuste da usare per evitare involontarie offese, incomprensioni e scontri, dire chiaramente “voi famiglie arcobaleno siete benvenute”. Se c’è la volontà di farlo noi di Arcigay siamo felici di avviare questo percorso che darà i suoi frutti non solo in termini umani ma anche turistici, basti pensare che la ricchezza del turismo LGBT si aggira, solo per l’Italia, intorno ai tre miliardi di euro l’anno.
 
Ill primo passo che dimostri questa volontà è quello che sia le singole attività commerciali e turistiche che le associazioni di categoria aderiscano al Rimini Summer Pride del 29 luglio prossimo (scrivendo a presidente@summerpride.it) e facciano la loro parte perché l’evento che l’anno scorso ha portato a Rimini diecimila persone possa crescere e diventare non solo un patrimonio cittadino, ma anche un simbolo di accoglienza per tutta la riviera romagnola.
 
Marco Tonti
Presidente Arcigay “Alan Turing” Rimini
Presidente Rimini Summer Pride

Persecuzioni omofobiche e diritto di asilo in Italia – Incontro con Giorgio Dell’Amico

locandina dell'amico

Incontro con Giorgio Dell’Amico

responsabile nazionale Arcigay pr migranti e richiedenti asilo

La situazione LGBTI in molti Paesi del mondo è estremamente preoccupante, dai diritti negati agli omicidi, dalle umiliazioni ai lager ceceni per la rieducazione dei gay. Verranno illustrati i percorsi di protezione internazionale sulla base della persecuzione per orientamento sessuale e identità di genere con le tecniche per renderli quanto più efficaci possibile nella specifica prospettiva di richiedenti asilo LGBTI.

Con il sostegno della Regione Emilia-Romagna

 

Sabato 22 aprile – dalle 9.30 alle 13

Presso Croce Rossa Italiana di Rimini Via Mameli 37

migra@arcigay.rimini.it

Corso di Hatha Yoga per soci/e Arcigay Rimini

Da lunedì 7 novembre vi aspettiamo al corso di Hatha Yoga, per il benessere di corpo e mente rafforzando la flessibilità e migliorando la respirazione.
Ancora 4 posti disponibili, affrettatevi!

14900618_1089407234512055_1501158433831035283_n

Corso di bioenergetica pr soci/e Arcigay Rimini

Con l’anno nuovo, nuovi corsi! Sei stressato? Vuoi rilassarti in compagnia di amici?
La risposta è la Bioenergetica! Per ulteriori informazioni e iscrizioni, è possibile rivolgersi allo staff di Arcigay durante il 4 novembre in occasione dell’Open Day.
Vi aspettiamo!

14611057_1089408967845215_1166846685411807743_n

CINEPRIDE 2017 – Cineforum Arcigay Rimini

Anche quest’anno Arcigay Rimini vi offre una rassegna di film ottimi per conoscersi in un contesto tranquillo e riservato, al Centro giovani RM25. INGRESSO LIBERO e non è richiesta la tessera. info@arcigay.rimini.it

4 Novembre 2016 – I TONI DELL’AMORE

Ben e George dopo quarant’anni insieme decidono di sposarsi. La scuola cattolica dove lavora George lo licenzia. Rimasti senza casa, i due uomini dovranno fare i con con il vivere separati dopo decenni passa insieme.

18 Novembre 2016 – OLTRE LE COLLINE

Alina torna dalla Germania per prendere Voichita, l’unica persona che abbia mai amato e che mai amerà. Ma Voichita ha incontrato Dio e, in amore, è molto difficile avere Dio come rivale.

16 Dicembre 2016 – BROTHERHOOD

Lars entra a far parte di un gruppo neonazi, che organizza raid contro arabi e omosessuali. Durante l’ apprendistato viene affiancato da Jimmy e tra i due scoppia la passione. Un amore vissuto in segreto, tra rischi e contraddizioni.

13 Gennaio 2017 – CONTRACORRIENTE

Miguel è un pescatore che nasconde la propria omosessualità dietro il paravento di un matrimonio felice. Porta avanti un’ intensa storia d’amore segreta con San ago, un artista bohémien. Santiago accidentalmente annega in mare. Da quell’istante, il suo spirito comincia ad apparire a Miguel.

27 Gennaio 2017 – NORMAL HEART

New York, 1981. Ned Weeks, scrittore famoso e attivista gay, cerca di sensibilizzare l’opinione pubblica davanti all’inizio dell’epidemia che in quegli anni si stava rapidamente espandendo, la sindrome da immunodeficienza acquisita, conosciuta come AIDS.

17 Febbraio 2017 – ADIEUX A LA REINE

1789. La giovane Sidonie Laborde è la lettrice di Maria Antonietta, che la tratta con particolare gentilezza. La presa della Bastiglia cambia però la situazione e Sidonie dovrà affrontare la realtà quando la Regina le chiederà un favore molto speciale.

3 Marzo 2017 – MYSTERIOUS SKIN

Brian ha otto anni. Si risveglia dietro il recinto di casa col naso che sanguina, ma non ricorda come sia successo e si convincerà di essere stato vittima degli alieni. All’età di diciotto anni, incontrerà Neil, che lo aiuterà a far luce sul suo passato.

17 Marzo 2017 – RARA

Sara vive con sua madre, sua sorella e la moglie di sua madre. La sua vita è felice, fino a quando suo padre tenta a tutti costi di ottenere la custodia delle sue figlie.

cinepride-2017-b